Chiese Spello chiese Cappella Baglioni

Home pagechiese di Spello
.: L'Arte e la Storia .: Folklore e Tradizioni .: La spiritualità .: Profilo geografico .: Le due province
Spello

Home .: Architettura: Edifici religiosi .: Le chiese di Spello

Versione stampabile

Le chiese di Spello

.: Le chiese di Spello antico centro umbro divenuta parte dei possedimenti di Roma con la battaglia di Sentino nel 295 a.C., sotto l'impero di Ottaviano Augusto. E' posta sui primi declivi del Monte Subasio e dopo numerose vicissitudini per volere di papa Gregorio III nel 1583 passò sotto il dominio della Chiesa. Passata alla diocesi di Foligno nel 1799 sotto l'impero napoleonico venne proclamata Città nel 1833 da papa Leone XII. Di seguito l'itinerario che riguarda l'Arte spirituale di questa affascinante città umbra.

Chiesa di Santa Maria Maggiore (Duomo)

.: Sita in piazza Matteotti la chiesa di Santa Maria Maggiore risale al XII-XIII secolo. Edificata sulle vestigia di un'ara sacra a Vesta e Giunone, nel 1644 la chiesa subì profonde trasformazioni. La facciata è caratterizzata da un portale romanico del XIII secolo opera dei marmorari Binello e Ridolfo e da un campanile che conserva una campana del 1200 e un'altra del 1400. L'interno a navata unica e pianta a croce latina custodisce pregevoli opere d'arte: la cappella Baglioni vi ha stupendi affreschi del XVI secolo di Bernardino di Betto, detto il Pinturicchio, il pavimento realizzato con pregevoli maioliche di Deruta del 1566. L'altare maggiore presenta un tabernacolo del 1515 opera di Rocco da Vicenza mentre i pilastri che fiancheggiano l'abside (in cui si trovano un coro ligneo del XVI secolo opera di Piernicola da Spoleto) presentano due affreschi del Perugino del 1512. In altre cappelle si trovano affreschi della scuola del Pinturicchio mentre superando la porta cinquecentesca che ci introduce nella cappella del Sepolcro oggi adibita a Museo possiamo ammirare opere di oreficeria, sculture lignee dei secoli XII e XIV e tavola di Cola Petruccioli (1385) e dell'Alunno.

Chiesa di Sant' Andrea

.: Proseguendo verso via Cavour si arriva alla chiesa di Sant' Andrea del XIII secolo con portale romanico e l'interno restaurato che custodisce una grande tavola raffigurante la "Madonna col Bambino e Santi" del 1508 opera del Pinturicchio, frammenti di affreschi trecenteschi, un affresco di Dono Doni del 1565, un affresco di Tommaso Corbo del 1532, un crocefisso di scuola Giottesca ed un altro piccolo dipinto posto nel pulpito sempre del Pinturicchio.

Chiesa di San Lorenzo

.: In Largo Mazzini si trova la chiesa di San Lorenzo. Edificata nel 1120 porta i segni di successive trasformazioni operate nei secoli XVI-XVII. La facciata è caratterizzata da vari frammenti decorativi resti di una più antica costruzione e l'interno a tre navate custodisce pregevoli opere d'arte: un coro ligneo del 1530-1534 opera di Andrea Campanoda Modena, un presepe ligneo seicentesco, un Fonte battesimale del '600, una croce smaltata e cesellata del XIV secolo presunta opera di Paolo Vanni da Perugia, un tabernacolo marmoreo del XVI secolo realizzato da Flaminio Vacca, una Madonna lignea del XV secolo, un affresco di San Bernardino da Siena ed una tela effigiante Sant'Antonio Abate del 1518. Una curiosità riguardante San Bernardino da Siena che proprio in quesa chiesa nel 1438 iniziò la serie delle sue predicazioni introducento l'uso di un telo per separare gli uomini dalle donne.

Chiesa di Santa Maria di Valle Gloria

.: Presso via Giulia oltre l'Arco di Augusto sorge la chiesa di Santa Maria di Valle Gloria. Costruita nel XIV secolo conserva un bel chiostro del XVI secolo, un Crocefisso ligneo del XIII secolo ed affreschi del XVI e XVII secolo.

Chiesa di San Martino

.: Riscendendo tra antiche abitazioni si trova la chiesa di San Martino del XI secolo costruita in pietra squadrata con un portalino e bifora posta in cima, in pietra rosa.

Nei dintorni di Spello - chiesa di San Girolamo

.: Nei pressi della circonvallazione si trova la chiesa di San Girolamo con annesso Convento. Fu edificata nel XV secolo ed è preceduta da un portico di stile rinascimentale con affreschi della scuola del Pinturicchio. Custodisce all'interno un Crocefisso ligneo del '500 ed una pittura a fresco sempre della scuola del Pinturicchio.

Chiesa di San Claudio

.: Sempre nei pressi di Spello vi è la chiesa di San Claudio, costruzione romanica del XII secolo sorta sui resti di un edificio romano. E' caratterizzata da una facciata asimmetrica realizzata in pietra d'Assisi con tre portali, un rosone, delle bifore ed un campanile a vela. Anche l'interno si presenta asimmetrico con le due navate laterali una più alta dell'altra e custodisce numerosi affreschi di scuola Umbra tra i quali quelli posti sopra l'abside attribuiti a Cola Petruccioli da Orvieto del 1393.

Chiesa Tonda, l'ex Abbazia di San Pietro e il Santuario della Madonna Spella

.: La chiesa Tonda fu edificata nel 1517 da Bartolino e Giovanni da Domodossola. Presenta una facciata con un portale del 1539 attribuito a Simone Mosca e l'interno a croce greca sovrastato da una cupola a pianta ottagonale custodisce affreschi di scuola Umbra, uno dei quali del 1533 è attribuito al folignate Pierantonio Mezzastris. Imboccando la strada in direzione Collepino prima di arrivare al caratteristico borgo medievale, troviamo l'ex Abbazia di San Pietro del 1205 con i resti della zona absidale, la cripta e la torre campanaria, ed infine il Santuario della Madonna Spella frequentata nel giorno dell'Ascensione dagli abitanti di Spello.

^inizio pagina
Pagine Sì!