Umbria olio extravergine oliva DOP frantoi coltivazione ulivo

Home pageOlio extravergine DOP Umbria
.: L'Arte e la Storia .: Folklore e Tradizioni .: La spiritualità .: Profilo geografico .: Le due province
Olio Dop Umbria

Home .: Enogastronomia: L'olio in Umbria

Versione stampabile

L'olio a denominazione DOP

.: In Umbria il verde non manca e per diversi aspetti tra le dolci colline umbre, l'ulivo spiega e riassume bene questa regione, non a caso viene definita la "pianta della pace" per una terra definita "terra santa d'Italia" mèta di migliaia di pellegrini che ogni anno visitano i numerosi itinerari religiosi.

La storia dell'olio

.: La coltivazione dell'ulivo è una delle più antiche d'Italia poichè già in epoca etrusca si comincia a curarare questa pianta fruttivera. All'epoca dei romani si rilevano importanti produzioni agricole di olio extravergine di oliva. Molti patrizi scelgono infatti questa regione per le loro ville di campagna; innumerevoli reperti, come i dolii (tipici contenitori romani) e orli di grossi ziri furono ritrovati in prossimità delle ville romane, nella zona tra il Tevere e il Nera. A Narni, sotto l'abbazia di Santo Stefano, è stato ritrovato un vaso con una scritta incorniciata entro rami d'ulivo. Tanti altri borghi dell'Umbria stanno facendo tornare alla luce interi frantoi in pietra renaria o reperti custoditi in molti musei dell'Umbria. Durante il periodo del Medioevo ci fu il declino di questa coltivazione provocata dalle numerose invasioni barbariche che pongono fine anche agli scambi. Con il sorgere delle grandi proprietà ecclesiastiche comincia la ripresa con l'obbligo per i coloni e per gli affittuari di impiantare ogni anno un certo numero di ulivi e di innestarne altrettanti. E' con il Rinascimento che l'olio umbro viene lodato. La riscoperta di nuovi sapori, la genuinità, i banchetti, il cibo, le prelibatezze, tutto questo fa riscoprire il gusto dell'olio che già nel '500 viene apprezzato.

Olio Extravergine di oliva Dop in Umbria e varietà di olio

.: L'Umbria è l'unica regione ad avere avuto l'ottenimento del marchio DOP per l'intera produzione di olio nell'intero territorio regionale, "DOP Umbria", uno strumento questo in grado di garantire la qualità della produzione e consentire il giusto riconoscimento per l'impegno degli imprenditori e di tutti coloro che operano per la tutela di un prodotto frutto esclusivo di olive raccolte in Umbria. Le principali varietà di olio presenti nella regione sono: il Moraiolo, il Leccino, il Frantoio, il San Felice, il Pendolino, l'Agogia, e altre varietà in percentuali minori come il Raggio, Rosciola, Canino, Maurino e altre.







^inizio pagina
Pagine Sì!